in caricamento...

TEST Lynx 59 Ranger 600

motoslitte-lynx-2021---lynx-59-ranger-600
Lynx 59 Ranger 600

Degna erede

Lynx per il 2021, nel segmento wide track, ha deciso di “pensionare” la storica 59 Yeti 550F e rimpiazzarla con la nuova 59 Ranger disponibile con due motorizzazioni, 600 EFI e 600 ACE

Il nuovo 59 Ranger prodotto da Lynx non è un semplice aggiornamento ma una motoslitta completamente nuova che vanta un peso notevolmente alleggerito rispetto alla Yeti: ben 26 chilogrammi in meno. I principali autori di questa perdita di peso sono il telaio Radien-X, più leggero dell’XU di 6 chilogrammi, la sospensione posteriore EasyRide-A, 9 chilogrammi più leggera della vecchia PPS-5900-A e la sospensione anteriore LFS, che pesa 5 chilogrammi in meno della LTS.
L’adozione della piattaforma Radien-X, il telaio delle Boondocker da neve fresca, è una soluzione molto intelligente che, oltre ad alleggerire il peso complessivo, aiuta il pilota in tutti gli spostamenti laterali. La centralizzazione delle masse, data appunto dal connubio telaio/motore, consente un minor sforzo in ogni situazione e su tutti i tipi di neve. Il tutto ha portato a un grande risultato, con una guidabilità mai raggiunta da questo tipo di motoslitta, adatta sia all’adventouring che a piccoli lavori giornalieri.

lynx 59 ranger 600 efi - 600 ace
Lynx 59 Ranger 600 EFI – 600 ACE

Ovviamente anche il propulsore è nuovo: il bicilindrico Rotax 600 EFI raffreddato a liquido da 599,4 cc produce ben 85 cavalli (strepitoso per un 600 cc), con un risparmio di carburante di ben 3 litri ogni 100 chilometri sul 550F (vedi tabella 1).
Collegato al motore troviamo l’iTS (intelligent Throttle Control) che offre la possibilità di scegliere tre mappature: Standard, ECO e Sport. Ogni modalità di guida fornirà caratteristiche diverse per le prestazioni del motore e per la risposta dell’acceleratore.
Dalla sorella Boondocker da neve fresca, questa nuova…

Il resto dell’articolo lo trovate su Motoslitte n°75 in edicola in allegato a Moto4 n°165 settembre/ottobre o in digitale cliccando qui

Rispondi